stai leggendo...
Vita quotidiana

AAA Cercasi…

A seguito del nostro trasloco a Tokyo, mi sono ritrovata (consapevolmente) senza lavoro… Ho lasciato gradualmente la ditta di Osaka con cui lavoravo con diverse promesse di un impiego a Tokyo, che sono tutte poi sfumate…
Quindi adesso sono alla ricerca di un lavoro (da ormai 3 mesi) e non trovo niente… Le ditte che commerciano con l’Italia al momento non sono in vena di assunzioni e se per caso lo sono danno la precedenza ai giapponesi giustamente (come mi è stato gentilmente riferito dall’impiegata dell’ufficio di collocamento).
Chiaramente, in un paese dove tutto è kawaii e il lato ludico delle cose è sempre in primo piano, anche l’ufficio di collocamento non poteva avere un nome serio… si chiama Hello Work!!! All’inizio pensavo fosse l’ennesima agenzia di lavoro interinale e invece…
Iscriversi è molto facile (e sai il giapponese), ma a quanto pare non sempre dà buone offerte di lavoro perchè per i giapponesi è l’ultima spiaggia! Vanno per la maggiore i recruiters o head hunters, che si prendono la percentuale sullo stipendio ma comunque ti danno la possibilità di avere accesso a proposte di alto livello.
Altro metodo (non solo per giapponesi) è crearsi un network di conoscenze che, attraverso il passa parola, ti dà modo di mandare il curriculum alla persona giusta anche quando l’azienda in questione non sta ufficialmente cercando qualcuno. Per gli stranieri, è il metodo più gettonato, un po’ come in Italia…
Altrimenti, internet!
Insomma, io sono appena arrivata qui, non ho un gran network per cui sono ancora a piedi, nonostante i miei 5 anni di esperienza nel campo della moda… se non conosci qualcuno…
Ho mandato un bel po’ di curriculum tramite Hello Work, ma mi sono tornati indietro senza nemmeno essere chiamata a fare il primo colloquio… Sì sì, mi sono stati rispediti dalle aziende con tanto di lettera “di rifiuto” chiamiamola perchè in Giappone fanno così!!! Almeno non ti lasciano in sospeso con il “le faremo sapere…”
Quindi, siccome i baiocchi sono necessari, mi sono messa alla ricerca di un baito… Cos’è???
Ci sono in Giappone, come in Italia, diversi tipi di contratto. Grosso modo possono essere divisi in questo modo:
– Seishain (正社員)come il nostro contratto a tempo indeterminato con stipendio forfetizzato
– Kaishain (会社員)indeterminato con straordinari pagati
– Keiyakusha (契約者)determinato
– Hakenshain (派遣社員) lavoratore temporaneo (gentilmente suggeritomi da Luca, cheers!)
– Part-time (パート)
– Arubaito (アルバイト)come il part time ma tipo a tempo determinato (ma dipende dai casi)
Arubaito viene dalla parola tedesca arbeit che significa lavoro (non mi chiedete perchè hanno scelto il tedesco…) ed è gettonatissimo tra gli studenti! Gli studenti stranieri per lavorare hanno bisogno di un permesso rilasciato dall’ufficio immigrazione che si chiama shikakugai katsudo kyokasho (資格外活動教科書)e possono lavorare fino a 20 ore a settimana. Io che ho un visto da lavoratore valido invece non ne ho bisogno.
Ho un po’ di colloqui questa settimana, incrociamo le dita!!!
Ci sarebbero tante cose da dire sul lavoro in Giappone, ditemi cosa vorreste sapere che vi racconto, in 3 anni ne ho viste e sentite delle belle!!! (ve lo ricordate il post sul karoshi no???)

Annunci

Discussione

11 pensieri su “AAA Cercasi…

  1. Ciao
    perche non fai come me?
    Haken puo essere una soluzione ma con un po di culo ti assumono dopo un po di tempo magari aggiungilo alla lista dei tipi di contratto. ecco i kanji 派遣社員
    Con Hello work non si trova niente l’ ho bazzicato per anni senza alcun risultato

    Pubblicato da Luca da Osaka | agosto 17, 2009, 1:41 pm
  2. Seguo il tuo blog da un po’ diciamo che come te cerco di mostrare un lato sconosciuto di questo bellissimo paese.
    In bocca al lupo per un nuovo lavoro

    Pubblicato da Luca da Osaka | agosto 17, 2009, 1:54 pm
  3. Se passate per osaka avvisatemi che spesso facciamo le pizzate fra italiani.
    la mia mail e’ lucahimeji@yahoo.it

    Pubblicato da Luca da Osaka | agosto 17, 2009, 3:45 pm
    • E pensare che siamo stati a Osaka per 3 anni… va be’, se vuoi venire a fare un giro a Tokyo noi siamo qua!

      Pubblicato da gokiburo | agosto 17, 2009, 4:05 pm
      • Ho letto che eravate a osaka.
        Se ripassate avvisatemi
        Magari se i miei colleghi bastardi non fanno i lecca culo con il capo e non cercano di vietarmi le missioni a Tokyo (lo fanno sempre perche sono un tipo veni-vidi- vici non vogliono sfigurare per colpa del Gaijino)vi avviso se passo per Tokyo.

        Pubblicato da Luca da Osaka | agosto 17, 2009, 4:12 pm
  4. in bocca al lupo per i colloqui;) il favoreggiamento c’è dappertutto… anche per noi stranieri è dura trovare lavoro(veramente io sono ancora una studentessa), però se si è bravi in ciò k si fa si hanno più speranze:)…

    Pubblicato da Diana Zambrano | agosto 21, 2009, 8:40 am
  5. da quel che so deriva dal fatto che il primo codice civile l’hanno copiato dai tedeschi.

    blog carinissimo!!!

    Pubblicato da giovanni | settembre 23, 2010, 9:36 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Il gioco!

Bookmark me!

AddThis Social Bookmark Button

Blog Stats

  • 39,411 hits

Today

"Human beings make life so interesting. Do you know, that in a universe so full of wonders, they have managed to invent boredom." Terry Pratchett
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: