stai leggendo...
Eventi, Società, Vita quotidiana

Girichoko, tomochoko

Con un po’ di ritardo, vorrei raccontare cosa succede il giorno di San Valentino in Giappone.
choco-main.jpgLe ragazze regalano al proprio ragazzo o a quello di cui si sono invaghite del cioccolato, preferibilmente fatto con le proprie manine!!! Qualsiasi tipo di cioccolato va bene, ma ho trovato una variante molto interessante, il cioccolato al the verde! Chissà che sapore avrà…
Comunque, nelle gioiellerie era pieno di coppiette, non è che ci si regala solo cioccolato e non solo le donne fanno regali!!!

Vorrei soffermarmi su due tipologie di cioccolato che da noi non esistono.
Prima di tutto il girichoko (義理チョコ), il cioccolato che si regala agli uomini che lavorano nello stesso ufficio, ai capi o comunque a persone che appartengono alla proprio sfera lavorativa.
Nel mio caso, io e le mie colleghe abbiamo comprato insieme cioccolata per il nostro capo, per il nostro collega e per altri due che lavorano al nostro negozio (quindi non in ufficio, ma ci sentiamo comunque tutti i giorni). Spesa totale, sui 500 yen a testa, questo tipo di regalo non deve essere costoso!!!
Anche Marco ha ricevuto del cioccolato dalle segretarie e da qualche studentessa.
Il caso ha voluto che il 14 io dovessi andare da un nostro cliente, che sento tutti i giorni, ma non è che mi fossi portata dietro il cioccolato… Quando sono tornata in ufficio, mi trovo una mail disperata da uno di loro che diceva di essere rimasto scioccato dal fatto che non gli avevo portato nulla!!! Figurati se pensavo di doverlo portare anche a loro!!! Che palle sto girichoko!!! Pare che se la sia legata al dito… non mi scrive più!!! Mi toccherà mandargli qualcosa…

Il tomochoko (友チョコ) invece è un’usanza piuttosto nuova, c’è chi lo regala e chi no. Si tratta del cioccolato che si dà ai proprio amici maschi. Le mie colleghe hanno regalato a Marco, che non c’entra niente ma ogni tanto passa in ufficio a fare un saluto o a dare una mano, del tomochoko. Una delle due mi avrà chiesto mille volte se lo poteta regalare e si è raccomandata che non fossi gelosa… non c’è pericolo! E poi tutte e due facevano a gara a chi aveva la scatola più bella, il messaggio più carino, ecc… Lo scambio più divertente è stato:
Kasumi: “Ma il mio è cioccolato italiano!”
Rinrin: “Anche il mio! E il mio è della Caffarel, è più costoso. Il tuo l’hai comprato prima al combini!”
Kasumi: “……..”

Adesso tutte aspettiamo il White Day, il 14 marzo, giorno in cui gli uomini ricambiano il regalo ricevuto a San Valentino. Noi in ufficio non abbiamo mai ricevuto nulla indietro…
Che tristezza queste tradizioni a metà!!!

Annunci

Discussione

4 pensieri su “Girichoko, tomochoko

  1. Ciao Gokiburi!
    Ho scoperto il vostro blog e mi piace un sacco!!!
    Chissa` che non ci vediamo a Osaka a inizio marzo!!!!
    A presto!

    Pubblicato da elena+tomo | febbraio 16, 2008, 4:44 am
  2. Ciao Elena! Pensa che io ho appena letto il tuo, mi piace tantissimo! Stavo giusto vedendo di mettere da qualche parte il link!
    Quando vieni a Osaka fammi sapere assolutamente!

    Pubblicato da gokiburo | febbraio 16, 2008, 4:48 am
  3. Ciao!
    Io vi ho linkato sul nostro blog, spero vi faccia piacere.Vi faciamo sapere quando veniamo a Osaka.

    Eiena Tomo

    Pubblicato da elena+tomo | febbraio 16, 2008, 6:36 am
  4. Grazie mille! Anche il vostro è linkato qui a fianco. A presto!

    Pubblicato da gokiburo | febbraio 16, 2008, 6:41 am

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Il gioco!

Bookmark me!

AddThis Social Bookmark Button

Blog Stats

  • 39.674 hits

Today

"Human beings make life so interesting. Do you know, that in a universe so full of wonders, they have managed to invent boredom." Terry Pratchett
Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: